Area tematica

Conferenza Aziendale di Partecipazione

E’ istituita nell’Asl Novara la Conferenza Aziendale di Partecipazione che disciplina l'organizzazione dell'Azienda e descrive le funzioni e le competenze delle proprie Strutture, attribuendo al Settore Comunicazione della S.C. Affari Istituzionali, Legali, Comunicazione, Trasparenza e Anticorruzione il compito di relazionarsi con le Organizzazioni di Volontariato, con il Terzo Settore e con gli Organismi di Tutela dei Diritti

Riferimenti normativi:

  • D.Lgs n. 502/1992 e s.m.i., artt. 10 e 14 in merito alla qualità dei servizi sanitari erogati e alla tutela dei diritti dei cittadini alla fruizione dei servizi sanitari stessi;
  • D.C.R. n. 136-39452 del 22.10.2007 di individuazione delle Aziende Sanitarie Locali e dei relativi ambiti territoriali                                 
  • Legge regionale 6 agosto 2007, n. 18, sulla programmazione socio-sanitaria e sull’assetto del Servizio Sanitario Regionale, che prevede l’istituzione in ogni Azienda sanitaria di una Conferenza degli organismi di rappresentanza degli utenti, del terzo settore e dell’imprenditorialità sociale, onde riconoscere a questi soggetti un ruolo partecipativo nella programmazione e valutazione dei servizi sanitari, in armonia con quanto previsto dall’art.14, comma 2, del D.lgs. 502/1992 e s.m.i.;
  • Linee di indirizzo emanate dalla Regione Piemonte con D.G.R. n. 16-9683 del 30.09.2008 “Art. 10, comma 2, L.R. 6 agosto 2007 n. 18 Istituzione e disciplina delle Conferenze aziendali di partecipazione”, la quale all’art. 3 recita “La composizione  della  conferenza è data da rappresentanti degli utenti e degli organismi del terzo settore che collaborano con il sistema dei servizi sanitari erogati dall’azienda sanitaria e da rappresentanti dell’azienda stessa.” … “Sono, altresì, presenti nella Conferenza i rappresentanti delle componenti aziendali impegnate nella programmazione e nella garanzia della qualità dei servizi: tra questi rientrano il Direttore Sanitario d’Azienda, il responsabile dell’ufficio relazioni con il pubblico (URP) e/o il responsabile della struttura per la qualità, i responsabili di struttura di volta in volta interessati secondo l’ordine del giorno e un rappresentante delle professioni infermieristiche, tecnico-sanitarie e della riabilitazione”;

Allegati