Area tematica

Gestione casi positivi al covid-19

Le persone risultate positive al test diagnostico (molecolare o antigenico) per SARS-CoV-2 sono sottoposte alla misura dell’isolamento.

Valgono le indicazioni contenute nella Circolare n. 60136 del 30 dicembre 2021:

  • dieci giorni di isolamento dal primo tampone positivo di cui gli ultimi tre senza sintomi (esclusi perdita di gusto e olfatto) per i NON VACCINATI;
  • I giorni di isolamento sono ridotti a sette per chi ha ricevuto la dose booster (terza o quarta dose) e per chi ha completato il ciclo vaccinale (prime due dosi) da meno di 120 giorni.

Si può uscire dall’isolamento soltanto dopo un test negativo effettuato non prima della fine dell'isolamento.

  • se si è ancora positivi al test molecolare o antigenico e non si presentino sintomi da almeno 7 giorni (esclusi perdita di gusto o perdita di olfatto) si potrà effettuare un. nuovo test dopo altri 7 giorni:
  • In ogni caso l'isolamento si interrompe al termine dei 21 giorni dal primo tampone positivo se non si presentino sintomi da almeno 7 giorni (esclusi perdita di gusto o perdita di olfatto).

Contatti stretti

A coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al SARS-CoV-2 è applicato il regime dell'autosorveglianza, consistente nell’obbligo di indossare mascherina di tipo FFP2, al chiuso o in presenza di assembramenti, fino al decimo giorno successivo alla data dell’ultimo contatto stretto.

Se durante il periodo di autosorveglianza si manifestano sintomi Covid-19, è raccomandata l’esecuzione immediata di un test antigenico o molecolare che in caso di risultato negativo va ripetuto, se ancora sono presenti sintomi, al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto.

Definizione di "contatto stretto"

Il “contatto stretto” (esposizione ad alto rischio) di un caso covid è definito come:

  • una persona che vive nella stessa casa di un caso Covid-19;
  • una persona che ha avuto un contatto fisico diretto con un caso Covid-19 (per esempio la stretta di mano);
  • una persona che ha avuto un contatto diretto non protetto con le secrezioni di un caso Covid-19 (ad esempio toccare a mani nude fazzoletti di carta usati);
  • una persona che ha avuto un contatto diretto (faccia a faccia) con un caso Covid-19, a distanza minore di 2 metri e di almeno 15 minuti.

Ulteriori approfondimenti e risposte possono essere consultati nella sezione Faq del Ministero della Salute e sul sito della Regione Piemonte

Tag